Il futuro della donazione di sangue?

Il futuro della donazione di sangue?

Il futuro della donazione di sangue? Mirata, programmata su chiamata, fidelizzata. In parole povere le giornate dedicate alla donazione saranno riservate ai donatori associati, periodici, in modo da poter offrire sangue ai degenti sicuro sotto ogni profilo. Futuro anticipato da Avis Casoria da un bel tempo. Vi invito a continuare a leggere per capire come funziona il nostro lavoro. Qualcuno, quando vede le nostre autoemoteche in qualche luogo pensa che stiamo effettuando una raccolta estemporanea, ovvero, cercare di prelevare le persone di passaggio.
Niente di più falso. Quando un nostro mezzo raggiunge una location dietro c’è tutto un lavoro che adesso vi spiego: Ogni fine mese si svolge una riunione nella nostra sede composta dai nostri collaboratori di vertice: presidente, vice presidente, direttore UDR, responsabile del personale ecc dove stilano un calendario, dopo la compilazione viene sottoposto al presidente per l’approvazione, salvo correzione o modifica apportata direttamente da questi, si passa poi al vaglio del responsabile del centro trasfusionale di riferimento.
Dopo questo iter siamo pronti per la realizzazione della raccolta. Qualche giorno prima vengono avvisati con telefonate, sms o altro i donatori della zona dove sarà ubicata l’autoemoteca.
Nel giorno della raccolta i donatori raggiungono la location prefissata muniti di documento di riconoscimento e la maggior parte anche con il tesserino di socio Avis Casoria per annottare l’ennesima donazione, accolti dai nostri volontari che provvederanno a fornire il materiale da compilare per poter accedere all’autoemoteca per sottoporsi agli esami di routine per poter essere ammessi o meno alla donazione. Dopo che questa avviene al donatore viene distribuito un ristoro e le giuste direttive di post donazione.
A fine giornata arriva puntualmente la nostra auto trasporto sangue che prenderà in consegna il sangue per trasportarlo in ospedale, dove verrà analizzato, lavorato e distribuito ai pazienti. Dopo alcuni giorni i donatori, e questo lo sapete, riceveranno le analisi nel modo stabilito alla sottoscrizione del modulo della privacy: posta ordinaria, per mail o sul luogo di raccolta dopo essere stati precedentemente avvertiti con una telefonata.
Avis Casoria è impegnata da tempo, ed i suoi donatori periodici lo possono confermare, a svolgere la propria missione rispettando i massimi standard di qualità sia a favore del donatore che principalmente quelli del ricevente, non è una frivolezza il gioco di parole: Avis Casoria, Avis di qualità.

Leave a Reply

Your email address will not be published.